Ma cos’è Clubhouse e come funziona?

Clubhouse il social del momento

Ma cosa cavolo è sto Clubhouse? Immagino che come molti anche tu te lo starai chiedendo. Negli ultimi giorni in moltissimi non fanno altro che parlare di Clubhouse, anche io a dire il vero.

Infatti è da sabato, (giornata nella quale Max Valle mi ha inviato l’invito ad entrare) sto studiando lo strumento in maniera curiosa e totalmente affascinato. Ecco ti ho appena svelato una delle particolarità della nuova App Americana: senza invito non si entra in Clubhouse.

Si hai capito bene!!!

Ci sono moltissimi che sono in attesa di ricevere un invito o addirittura c’è qualcuno che ha creato un mercato con gli inviti per Clubhouse e li vende online su ebay a 10 dollari al pezzo, incredibile.

Senza invito quello che puoi fare è scaricare l’App, ma se non ricevi l’invito da un tuo amico, non puoi utilizzarla.

Il primo social incentrato totalmente sulla voce

Altra particolarità (forse la più importante) è il primo sociale incentrato solo sul uso della voce. Significa che non si può commentare, scrivere messaggi privati, mettere like, caricare foto o video. Nulla di tutto questo, su Clubhouse si può solo parlare.

Al momento l’App è disponibile solo per il sistema IOS quindi resta fuori tutto il mondo Android. Questa è stata una scelta dei creatori dell’App che hanno preferito il sistema Apple per questa fase di sperimentazione se cosi si può chiamare.

Il social in America è già un anno che viene utilizzato, da grandi Star, Imprenditori e sopratutto persone comuni che si possono ritrovare nella stessa stanza insieme e chiacchierare degli argomenti più differenti: dal Marketing, all’oroscopo del giorno.

Speaker e la Audience 

Clubhouse per ora si divide in due parti: gli Speaker ( Palco) e l’Audience ( Platea). 
Gli Speaker sono quelli che si trovano nella parte alta e hanno la possibilità ( quando i moderatori gli passano la parola) di accendere il proprio microfono e presentarsi e parlare. L’Audience invece sono tutti quelli che sono nella parte bassa e restano solo in ascolto. 
Per passare dall’audience al palco hai due possibilità: o aspetti che uno dei moderatori ti inviti, oppure alzi la manina ( una piccola icona a forma di mano che si trova nella parte bassa dello schermo del tuo i-phone) in quel momento uno dei moderatori a sua discrezione decide se farti salire sul palco oppure lasciarti nella parte bassa. 
La cosa interessante che per ora Clubhouse è davvero un’app con zero gradi di separazione, infatti puoi trovarti sullo stesso palco con Biagio Antonacci o con altre grandi star a chiacchierare degli argomenti più disparati in base alla stanza nella quale sei entrato. 
 

Fiorello è su Clubhouse

Questa mattina alle sette in punto in una stanza con altre 500 persone collegate in ascolto c’era Fiorello il quale chiacchierava del più e del meno con tutti i presenti.

Devo dire che è una bella storia ( come dicono i cciovani) ieri pomeriggio quando Rosario è entrato nella stanza creata da Marco Montemagno , il numero di utenti collegato è aumentato in maniera vertiginosa e poco dopo l’App (ancora non proprio al massimo delle sue funzioni) è crashata diverse volte.

Sul nuovo social si da moltissimo spazio al contenuto e poco alla forma e questo credo in questo preciso momento storico non può affatto che essere un bene per tutti.

Al momento il clima che ho trovato all’interno delle Rooms nelle quali sono stato ( sia come ascoltatore, sia come speaker) è estremamente tranquillo, fatto di interventi educati e molto liberi chissà se nel prossimo futuro resterà cosi.

Come fare business su Clubhouse? 

La domanda che in moltissimi si stanno facendo è: come monetizzare su Clubhouse? Al momento un vero modo per monetizzare ancora non esiste, ma molti brand si stanno avvicinando alla nuova piattaforma basata solo sull’uso della propria voce. Stanno sperimentando modi alternativi per comunicare con il proprio target e alcuni addirittura stanno sperimentando colloqui online all’interno di stanze di Clubhouse create appositamente per fare la selezione del personale. 

Ovviamente è molto presto per sbilanciarsi e per giudicare questo nuovo strumento, ma al momento mi sembra un ottimo modo per fare network e per fare personal branding, che tu sia un’azienda o un libero professionista ti conviene tener d’occhio Clubhouse e vederne così tutti i prossimi sviluppi.

Se ricevi l’invito e ti va di aggiungermi mi trovi cercando @marchettieventi

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Servizi

Organizzazione Eventi

Project Consultant

Gestione del Budget

Aggiungi qui il testo dell'intestazione