video mapping

Video mapping: cos’è e come utilizzarlo al tuo evento

Ti sei mai avvalso del video mapping ai tuoi eventi? Lo sai che questa pratica d’intrattenimento ha un grandissimo potenziale per un evento?

Il mapping è una branchia della video arte e del light design; una tecnica artistica che può essere utilizzata in moltissime occasioni, per vari settori: arte, spettacolo, presentazioni, eventi aziendali e tanto altro …

Da molti studiosi viene considerata la nuova frontiera dello spettacolo e della tecnologia, e proprio per la sua versatilità, molte aziende se ne avvalgono per per lanciare un nuovo prodotto sul mercato. Fa parte delle tecniche utilizzate più spesso nel marketing esperienziale.

Si può, ad esempio, menzionare la multinazionale Nike, forse uno dei marchi davvero noti che fa maggior uso delle proiezioni mappate per promuovere i nuovi prodotti.

Ti basta fare una piccola ricerca su youtube per trovare moltissimi video di eventi promozionali che mostrano il projection mapping targato Nike.

Ma in cosa consiste questa tecnica? Quali sono i costi e le potenzialità ?

Cos’è il video mapping ?

pavillion projection

Il nome di questa tecnica deriva dall’inglese projection mapping, ossia letteralmente proiezione mappata.

Sostanzialmente è una tecnica crossmediale, che sovrappone diversi linguaggi, quali: proiezioni cinematografiche e alta tecnologia, per ottenere uno splendido show di realtà aumentata ede effetti speciali.

Consiste nel proiettare un video su una superficie di varia grandezza. Il video è composto da immagini mixate fra loro: immagini in movimento, animazione, effetti speciali, grafica 3d

La superficie che si sceglie per il mapping diventa una sorta di display dinamico che accoglie lo scorrere delle proiezioni. Si tratta di una tecnica che deve essere fatta con molta precisione, perché si deve stare attenti a non commettere errori di misura.

Si realizza partendo da una riproduzione fedele della realtà per arrivare ad ottenere un’alterazione della percezione di questa, arricchendo i sensi del fruitore. Il tutto attraverso specifici software e potenti proiettori.

Il discorso ti sembra molto complesso? Bene, sappi che non facile fare un buon lavoro di video mapping, e ci vogliono dei professionisti esperti. Tuttavia gli artisti delle proiezioni mappate non mancano, e si può assistere a dei lavori davvero molto belli.

Ma in cosa consiste nello specifico la tecnica del video mapping? Vediamolo insieme!

Come si fa il video mapping?

Abbiamo detto che il video mapping funziona semplicemente con qualche proiettore e un software, con i quali si possono riprodurre delle immagini che cambiano continuamente, statiche o in movimento.

Le superfici possono essere di qualunque tipo grandi quanto edifici, piccole quanto un orologio, non ha molta importanza. L’importante è sapere che l’effetto finale sarà sempre legato alla superficie scelta e alle immagini che si decide di proiettare.

Andiamo nello specifico della tecnica, per comprendere meglio la funzione.

Tecnica

La tecnica del mapping si può semplificare in pochi punti:

  • Prendi le misure corrette della superficie che vuoi mappare; usa le coordinate e assicurati di rilevare ogni oggetto presente sulla superficie.
  • Crea la mascheratura: si tratta dela riproduzione fedele della superficie reale, facendo attenzione che riesca a coprirla in maniera precisa. In questa fase sono fondamentali le posizioni dei proiettori e le lenti che servono a definire la precisione della scena finale.
  • Applica alla maschera gli effetti che vuoi ottenere. I software specifici sono in grado di mixare immagini, video, effetti speciali e illusioni ottiche. Crea un video che verrà mappato sulla superficie scelta.
  • Usa dei proiettori oltre 20.000 lumen per proiettare le immagini sulla superficie vera di grandi dimensioni; mentre per piccole superfici puoi avvalerti di proiettori da 5000 lumen. Fai attenzione alla posizione delle lenti per avere una corretta focale.
  • Accompagna la proiezione con della musica ma scegli dei brani adatti alla grafica.

Video mapping: software

I software utilizzati nelle proiezioni mappate sono tanti, e non tutti rendono allo stesso modo; un po’ perché alcuni sono molto complicati da utilizzare, altri perché non sono programmi di buona qualità e dispongono di funzioni limitate.

Ti consiglio di prestare molta attenzione nella scelta dei programmi di gestione, perché sono parte fondamentale del lavoro.

Certamente se ti affianchi ad un vero professionista saprà utilizzare dei programmi di alta qualità.

Qui te ne presento 5 fra quelli che possono fornirti le migliori prestazioni. Ogni software è completo di link.

Attraverso questi software di gestione è possibile creare video con gli effetti 3d tipici della realtà aumentata, ma non si può effettuare il lavoro, se non si dispone anche dei proiettori lumen ad alta risoluzione, con un elevato conttrasto dei neri.

Il mapping è possibile solo grazie ad una riuscita combinazione tecnica fra immagini e proiezioni di luce. Vedremo più sotto quanto questo mix possa incidere sui costi.

Prima vediamo alcuni esempi di eventi che utilizzano il mapping 3d, per capire il potenziale di questi show e quanto possono valorizzare un evento.

Mapping3d

Ci sono diversi esempi che si potrebbero citare nel caso del mapping3d.

Spesso questa tecnica è richiesta negli eventi promozionali come le presentazioni di un prodotto: ad esempio nei grandi eventi del settore automobilistico.

Per renderti conto dai un’occhiata al video mapping creato dalla Audi per la presentazione della nuova A1; noterai un’interessante combinazione fra sonoro ed effetti speciali che regalano un grande effetto di realtà aumentata.

Un altro esempio lo abbiamo con il video del lancio della Chevrolet Tahoe Launch, nel 2014. Qui la combinazione multimediale fra suono, e immagini in movimento disorienta i sensi dei presenti, ricreando una scena cinematografica.

L’auto è ferma di fronte ad un fondale; sulle ruote scorrono veloci proiezioni d’ immagini delle ruote in movimento, mentre dietro scorrono pianure e distese che paiano trasportare l’auto fuori dalla sala.

Dove si applica?

Il video mapping si applica bene in qualunque tipo di evento aperto al pubblico, quasi per qualunque settore commerciale o culturale.

È una tecnica che valorizza quasi qualunque superficie si scelga, se si sa costruire una mascheratura suggestiva e un sonoro pertinente. È l’ideale per un vernissage, per l’inaugurazione di un edificio, per il lancio di un prodotto ma anche per eventi cittadini di grande portata, o per intrattenere gli ospiti in una festa.

Il mapping è l’ideale per promuovere un prodotto e acquisire nuovi clienti, attirando attenzione e curiosità verso il marchio.

Se vuoi creare qualcosa di davvero speciale per i tuoi prodotti o per i tuoi servizi prova ad immaginare un evento che ospiti il video mapping. Per ispirarti ti do io qualche suggerimento sui vari campi in cui può essere applicabile.

1. Show room ed eventi per design

2. Tecnologia

3. Orologi

4. scarpe

5. Eventi culturali e musei

Costo video mapping

La tecnica del projection mapping, se è fatta professionalmente, può avere dei costi abbastanza alti.

I motivi risiedono principalmente nei costi dei materiali di produzione, poiché se i professionisti che si occupano del progetto sono già in possesso del software di gestione, a seconda dell’evento, saranno necessari determinati proiettori lumen.

Il costo per i Lumen professionali parte da un minimo di 1000 euro fino ad un massimo di 6000 euro. Naturalmente questi costi non devono essere sostenuti interamente da chi vuole organizzare l’evento ma devi sapere che ci sono delle spese derivanti dai materiali di produzione che potrebbero essere considerati nel prezzo.

Per quanto riguarda la produzione vera e propria, devi tenere presente che per eleborare 1 minuto di animazione ci vogliono in media dalle 8 alle 24 ore.

Quindi il team di professionisti dovrà calcolare il costo in base al tempo di lavoro richiesto, il quale può varare in base all’evento. Più la scenografia è grande e complessa, più si alzerà il costo di produzione.

Solitamente i costi più rilevanti sono per le proiezioni sui grandi superfici, come gli edifici o negli interni (come per il design); mentre per la il mapping su prodotti di piccolo taglio, il costo diminuisce notevolmente, anche se si determina sempre in base alla complessità dell’evento.

Conclusioni

Vuoi scoprire da vicino la portata del video mapping per il tuo evento? Contattami per una consulenza completa sulla gestione dell’intero evento. Il mio ruolo mi permette di coordinare dei team di professionisti eterogenei, specialisti in differenti settori.

Siamo in grado di affiancarti a partire dalla progettazione dell’evento fino alla gestione completa.

Offriamo performance di grande livello artistico come danza, live music, teatro, show e video mapping per qualunque tipo di evento aziendale, sia corporate, sia per fiere ed eventi promozionali.

Se vuoi avere una consulenza gratuita, contattami. Sono a tua disposizione.

Ti aspetto alla prossima!

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Servizi

Organizzazione Eventi

Project Consultant

Gestione del Budget

Aggiungi qui il testo dell'intestazione